venerdì , 18 agosto 2017
Ultime notizie

DF, 2, 2017: La scienza del pensiero. Il realismo filosofico di Oswald Külpe, a cura di Chiara Russo Krauss

Alla sua morte nel 1915, esattamente un secolo fa, Oswald Külpe era uno dei più celebri e promettenti psicologi e filosofi del tempo. Come psicologo, Külpe aveva fondato la cosiddetta scuola di Würzburg, dedicandosi in particolare allo studio sperimentale del pensiero (‘senza immagini’). Külpe contribuì inoltre alla psicologia generale, allo studio dei sentimenti, dell’attenzione e a molte altre questioni specifiche. Come filosofo, Külpe sviluppò il realismo in modo assai originale e interessante. Nel suo capolavoro rimasto incompiuto, Die Realisierung, egli analizza il percorso intellettuale attraverso cui si giunge alla realtà nelle scienze naturali, ma anche nelle scienze dello spirito e in metafisica. I suoi contributi alla logica, all’etica e all’estetica, nonché la sua original interpretazione del pensiero di Kant e la sua discussione della filosofia tedesca contemporanea testimoniano del suo ampio e profondo impegno di filosofo, che resta tuttora parzialmente inesplorato dalla critica.
Per questa ragione, non sorprende che Külpe abbia lasciato un varia e profonda eredità intellettuale. Se la sua relazione critica verso Wilhelm Wundt costituisce un caso a sé, Külpe ha influenzato numerosi psicologi e filosofi, tra i quali il giovane Heidegger nello scritto sul concetto di realtà.
I contributi potranno riguardare tutti gli aspetti della figura di Külpe. Il fascicolo mira a una definizione della sua figura complessiva, a definirne il ruolo nella storia della filosofia e della psicologia grazie a contributi sulle sue teorie e idee, le sue relazioni con altre personalità del tempo e la sua influenza.

Sono ammessi testi in lingua italiana, inglese, tedesca e francese, che contengano un abstract in lingua inglese di max.150 parole.

I manoscritti, resi anonimi, devono essere inviati in formato .doc o .docx a Chiara Russo Krauss, Università degli studi di Napoli Federico II, all’indirizzo: chiara.russokrauss@unina.it, assieme a un ulteriore documento con i dati dell’autore.

Invio: 31 dicembre 2016
Decisione: 28 febbraio 2017
Versione finale: 30 aprile 2017

Saremo lieti di ricevere indicazioni in merito all’intenzione di contribuire al fascicolo in qualunque momento dopo la pubblicazione del presente call for papers.

La versione finale dovrà essere resa conforme, da parte dell’autore, alle norme editoriali, e dovrà tenere conto delle eventuali richieste di integrazione o miglioramento che potrebbero essere richieste dai referees.

Inserisci un commento